Giuliana e il capitano - IMMAGINA NOVARA

Vai ai contenuti

Menu principale:

Giuliana e il capitano

una produzione IMMAGINA NOVARA

in collaborazione con ISTITUTO STORICO DELLA RESISTENZA E DELLA SOCIETA' CONTEMPORANEA NEL NOVARESE E NEL VERBANO CUSIO OSSOLA "PIERO FORNARA" e con COMUNE DI PIEVE VERGONTE

un film di VANNI VALLINO, soggetto e sceneggiatura VANNI VALLINO, MAURO BEGOZZI

con ELENA FERRARI, MARCO MORELLINI, NINO CASTELNUOVO, ERIKA BLANC, BRUNO GAMBAROTTA, GIANCARLO JUDICA CORDIGLIA, SERGIO DANZI, MAURIZIO CAPISANI, FLORIANO NEGRI, ANDREA VERTONE, MARIA CRISTINA DI NICOLA, BRUNA VERO, ILEANA SPALLA,  gli attori dell'ASSOCIAZIONE L'ALTRO TEATRO di DOMODOSSOLA e la popolazione della Val d'Ossola

musiche originali MAURIZIO SARAGOSA, direttore della fotografia LORENZO GAMBAROTTA, mezzi tecnici NG PRODUZIONI - SUNO
con il contributo PROVINCIA DEL VERBANO CUSIO OSSOLA, RAFFINERIA SARPOM - TRECATE, FONDAZIONE BPN PER IL TERRITORIO, ASSOCIAZIONE ANPI - OMEGNA

GIULIANA E IL CAPITANO
la storia di Filippo Beltrami e Giuliana Gadola Beltrami


Voglio raccontare la storia d'amore tra Giuliana Gadola e Filippo Beltrami, dal luglio '43 al febbraio '44, partendo dalla situazione milanese per arrivare a Cireggio, poi Camasca e infine Megolo, senza però descrivere la battaglia...
La battaglia è un punto di arrivo (o di partenza) per il nostro racconto; ci interessa di più la storia di un grande amore...
...e se le persone che si amano davvero tra loro avessero così tanto "amore" da non poterlo racchiudere solo in un rapporto a due ed indirizzarlo verso altro, verso altri,... verso grandi ideali,... verso la libertà?....
Ci sono pagine nel libro che Giuliana ha scritto (Il capitano) che attraversano il tempo, passano i decenni per arrivare diritto al cuore dei nostri giorni.
Allora gli obiettivi del film potranno essere tantissimi...
..."certo, tutte le donne che hanno vissuto la resistenza ne sono rimaste segnate, tutte.
Io ne ho interrogate forse duemila e in un modo o nell'altro tutte me lo hanno confermato.
E più degli uomini esse hanno un ricordo della resistenza come un periodo bellissimo, dove il bello non vuole dire solo e necessariamente allegro...
Bello perchè profondo, bello perchè vissuto, bello perchè partecipato, bello perchè non ritroveranno mai più quella sensazione del vivere "pienamente", "completamente" la vita.
E questo è importante ed è quello che vorrei che i giovani capissero: che una vita dedicata è anche una vita molto bella."
Giuliana Gadola Beltrami
Due persone, un uomo e una donna della borghesia milanese, si raccontano in una baita il loro amore e l'amore verso la libertà.
Lui comanda un gruppo di ragazzi, lei fin che può lo aiuta, poi torna dai figli piccoli.
Siamo nel 1943, la nostra storia finisce nel 1944.
Grandi attori nazionali hanno dato adesione al progetto: Marco Morellini (Filippo Beltrami), Elena Ferrari (Giuliana), Nino Castelnuovo (il saggio del paese), Erika Blanc (la testimone), Bruno Gambarotta (il direttore dell'asilo), Giancarlo Judica Cordiglia (un partigiano), Sergio Danzi (un altro partigiano), Maurizio Capisani (Enrico Massara) e tanti altri, compresi oltre cinquanta comparse della valle ossolana.
La supervisione storica è curata da Mauro Begozzi dell'Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea di Novara e del VCO "P. Fornara", con la preziosa collaborazione di Michele Beltrami e degli altri figli Giovanna e Luca.
Il progetto ha come punto di riferimento il Comune e l'Amministrazione comunale di Pieve Vergonte, nel cui territorio si trova Megolo.
                                                                                                                                                                                                          Vanni Vallino

Torna ai contenuti | Torna al menu